In presenza di puntoni/tiranti, come si determinano le sollecitazioni di progetto della trave di contrasto tra due puntoni/tiranti consecutivi?

Un possibile momento di dimensionamento può essere costituito dal prodotto della massima reazione del puntone/tirante per la semidistanza nel piano orizzontale di due puntoni/tiranti consecutivi (eventualmente amplificato con un coeff. ad es. di 1.5).Un possibile taglio di dimensionamento per ognuna delle due direzioni di calcolo può essere dato dalla massima reazione del puntone/tirante eventualmente amplificato.

Avrei bisogno di alcuni chiarimenti in merito al calcolo del modulo di reazione Ks, di default il programma utilizza il metodo di Bowles, posso avere maggiori dettagli?

Occorre distinguere il caso in cui Ks è costante con la profondità dal caso in cui è variabile.Nel primo caso:Ks=qa/cedimento unitariodove qa=qult/FSqult=carico limiteFS=fattore di sicurezza (2 oppure 3 a seconda della litologia)Nel secondo invece:Ks=40*(c*Nc+0.5*gamma*B*Ngamma)+40*(gamma*Nq*Z)Nc, Ngamma, Nq coefficienti ad esempio di Hansen.

Le combinazioni di default sono sufficienti per eseguire il calcolo di una paratia?

Le combinazioni di default sono quelle minime statiche previste dalla norma, occorre aggiungere la combinazione sismica: recarsi sulla finestra di calcolo, con il tasto destro del mouse cliccare su fase costruttiva e scegliere “Nuova sisma”, assegnare solo a quest’ultima combinazione i coefficienti sismici.Le combinazioni, le due di default e quella sismica, sono quelle minime previste…

Quali sono le verifiche che il programma esegue sui tiranti?

 Il programma fornisce il fattore di sicurezza come rapporto tra la resistenza del tirante (minimo dei tre meccanismi di rottura: snervamento dell’armatura, sfilamento bulbo-terreno, sfilamento armatura-malta) e la sua reazione, calcolata a seconda della tipologia scelta: tirante attivo, passivo.Occorre inoltre definire una lunghezza minima del tratto libero, affinché i tiranti assolvano la funzione statica di…